Occupazione di Suolo Pubblico

Occupazione di Suolo Pubblico

Se si è in possesso di una licenza di somministrazione (ristorante, pizzeria, bar, etc...), si ha la possibilità di richiedere il permesso per ampliare la propria attività occupando ed utilizzando il suolo pubblico del Comune e quindi la possibilità di servire i clienti anche all'esterno della propria attività.


La concessione di occupazione suolo pubblico (OSP) viene rilasciata a chi intende occupare strada, marciapiede, aree e spazi pubblici per finalità private. I comuni rilasciano un'autorizzazione soltanto dopo l’istruttoria della domanda, compilata con gli appositi moduli, correlata dagli opportuni documenti tecnici. 

Tutti i comuni dunque stabiliscono i presupposti e le condizioni dell’occupazione pubblica per private necessità attraverso il proprio “regolamento”. Con esso si individua oltre all’ammontare della tassa, anche aree con particolari condizioni dovute ad un valore ambientale, storico, paesaggistico o artistico. Altre caratteristiche speciali si identificano nelle zone con determinati caratteri di ordine pubblico e di viabilità.


Come si distingue l'occupazione di suolo pubblico

L’occupazione di suolo pubblico o privato soggetto a servitù di pubblico passaggio si distingue in:

- Permanente, (OSP permanente) quando viene autorizzata per l’intero anno o per un periodo di almeno sessanta giorni, ricorrente per almeno due anni consecutivi, a condizione che conservi le stesse caratteristiche, quali la tipologia, il periodo e la superficie;

- Temporanea, (OSP temporanea) l’occupazione autorizzata per un periodo inferiore all’anno. Nel caso di cantieri edili e stradali, l’occupazione di suolo pubblico è comunque temporanea, indipendentemente dalla durata degli stessi e fino alla dichiarazione di termine dei lavori.

 

Per potere occupare il suolo pubblico o privato soggetto a servitù di pubblico passaggio in modo permanente o temporaneamente è necessaria una concessione.

La domanda di concessione deve essere presentata al Municipio in cui ricade il suolo pubblico, salvo nei casi in cui è prevista la competenza di una Struttura Centrale.

Le occupazioni di suolo pubblico realizzate con tavoli, ombrelloni e fioriere sono consentite, previo rilascio di concessione, agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande che prevedono consumazione al tavolo e ai titolari di esercizi in cui sia prevalente l’attività di somministrazione di alimenti e bevande. 

Per la concessione Permanente o Temporanea di suolo pubblico è dovuto un canone che varia in funzione del valore economico dell’area utilizzata, della sottrazione di spazi imposta alla collettività e agli interessi pubblici connessi all’occupazione.


Contatta lo Studio Tecnico Bastianelli per una consulenza Occupazione Suolo Pubblico 

Chiavi in mano

Supportiamo le aziende con i nostri servizi a 360 gradi

Soluzioni per le aziende

Seguiamo le aziende nel processo e sviluppo delle attività

Richiedi una consulenza con i nostri esperti del settore

Contattaci per chiedere maggiori informazioni e per fissare un appuntamento. I nostri esperti ti offriranno e ti guideranno nella ricerca della soluzione adatta alla tua impresa.

Scrivici Chiama ora