Vuoi aprire il tuo salone parrucchiere/locale di acconciatore a Roma ma non sai quale iter bisogna seguire?

Ci sono una serie di informazioni che bisogna tenere in considerazione per poter preparare al meglio la propria attività, sia da un punto di vista burocratico che strutturale per il salone.

Vediamo insieme quali sono le pratiche burocratiche di cui hai bisogno.

Chi può richiedere l’autorizzazione per aprire un aprire un Salone Parrucchiere a Roma

La persona interessata purché maggiorenne deve in possesso di apposita qualifica professionale (legge n.174/05 per l’attività di acconciatore).

Se non si è in possesso di tale riconoscimento sarà possibile assumere un professionista del settore o aprire un centro in società con una persona che possieda tale diploma.

Come ottenere la qualifica di Acconciatore/Parrucchiere a Roma

Per ottenere i requisiti professionali di Acconciatore/Parrucchiere a Roma bisognerà seguire un percorso formativo tenuto sia da strutture pubbliche o private accreditate che da un istituto riconosciuto dalla Regione Lazio, il quale si conclude con il superamento di un esame teorico-pratico.

L’abilitazione si può ottenere in due modi:

  • Tramite un percorso formale, cioè un corso di formazione professionale di 1800 ore di due anni + l’esame da sostenere presso le sedi accreditate;
  • Tramite un percorso non formale,ossia mediante una richiesta di abilitazione da presentare alla Camera di Commercio di Roma dopo avere lavorato per due anni come lavoratore subordinato oppure dopo cinque anni di apprendistato.

Per ulteriori informazioni consultare Qualifiche Professionali Acconciatori ed Estetisti sul sito della Camera di Commercio di Roma.

Quale permesso occorre un aprire un Salone Parrucchiere a Roma

Per aprire un laboratorio di acconciatore/salone di parrucchiere a Roma bisogna richiedere l’autorizzazione all’apertura dell’attività commerciale, cioè la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).

Il Comune di Roma ha istituito il Suap (Sportello Unico Attività Produttive) online, dove poter gestire tutti gli adempimenti richiesti per la creazione dell’impresa.

Quali sono gli adempimenti burocratici per aprire un Salone Parrucchiere a Roma

Oltre all’invio della SCIA allo sportello Suap del Comune di Roma, per aprire un laboratorio di acconciatore/salone di parrucchiere a Roma sarà necessario:

  • Possedere o richiedere le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale);
  • Aprire una partita Iva con codice Ateco 96.02 “Servizi dei parrucchieri e di altri trattamenti estetici”;
  • Iscrivere l’attività al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Roma;
  • Nominare un Responsabile dell’attività che potrà essere il titolare stesso, un familiare o un dipendente;
  • Aprire le posizioni Inps e Inail per sé e per gli eventuali dipendenti;
  • Munirsi delle autorizzazioni dell’Asl relative al rispetto delle norme igienico-sanitarie del locale;
  • Richiedere la “S.C.I.A. di acconciatore” presso lo Sportello per le Attività Produttive del Comune di Roma;
  • Fare richiesta dell’attività in deroga per emissioni di fumo poco significative presso il portale della Provincia di Roma.

H2 Requisiti igienico-sanitari del Salone Parrucchiere a Roma

Una volta sbrigate le pratiche burocratiche potrai dedicarti alla ricerca del locale commerciale che diventerà il tuo laboratorio di acconciatore/salone di parrucchiere a Roma.

Ricorda che i locali devono rispettare le norme edilizie, urbanistiche, di sicurezza e d’igiene del lavoro, nonché ove occorra di prevenzione incendi e possedere i requisiti igienico sanitari per svolgere la tua attività.

Inoltre gli impianti, in primo luogo quello elettrico, dovranno essere realizzati nel rispetto delle norme di buona tecnica, di sicurezza degli impianti e prevenzione degli infortuni. In caso di ristrutturazione del locale sarà possibile eseguire una pratica C.I.L.A. per permettere la diversa distribuzione degli spazi interni e il suo relativo adeguamento.

Ecco dunque alcuni requisiti che il tuo locale deve possedere:

  1. Avere altezza conforme a quella prevista dalle disposizioni vigenti in materia edilizia e d’igiene del lavoro (3,00 metri);
  2. Avere aerazione naturale garantita da una superficie finestrata apribile pari a 1/8 della superficie del pavimento e, se inferiore, integrata da impianto di ventilazione forzata che assicuri sufficiente ricambio d’aria;
  3. Avere illuminazione naturale garantita da una superficie illuminante pari a 1/8 della superficie del pavimento e, se insufficiente, integrata con illuminazione artificiale idonea per intensità e qualità;
  4. Avere servizio igienico adeguatamente disimpegnato, con lavabo e wc areato o con impianto d’estrazione d’aria, con rivestimento impermeabile lavabile e disinfettabile delle pareti per un’altezza minima di 2,00 metri, munito d’erogatore di sapone e asciugamani a perdere;
  5. Avere uno spazio spogliatoio per il personale, munito di appositi armadietti individuali;
  6. Avere almeno una postazione di taglio ed una di risciacquo per i capelli.
  7. Avere pavimenti e pareti in materiale facilmente e quotidianamente lavabile e disinfettabile. Non sono pertanto ammessi pavimenti in moquette e materiali similari, tappezzerie di carta, stoffa e similari.

Apertura Salone Parrucchiere Roma: Tempi di Risposta e Costo del servizio

L’attività di parrucchiere a Roma può iniziare dalla data di protocollo della S.C.I.A. risultante dalla ricevuta rilasciata dal sistema informatico, ed entro 60 gg. dalla data di presentazione della S.C.I.A. on-line.

L’Ufficio può adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione attività, salvo che, ove ciò sia possibile, l’interessato provveda a conformare l’attività alla normativa vigente.

Inoltre si elencano i costi fissi per i diritti di istruttoria che permetteranno l’avvio dell’attività:

  • Segnalazione Certificata Inizio Attività per apertura € 120,00;
  • Segnalazione Certificata Inizio Attività per Trasferimento di sede € 120,00;
  • Comunicazione Inizio Attività per subingresso € 80,00;
  • Segnalazione Certificata Inizio Attività di affitto di poltrona/cabina € 80,00;
  • Comunicazione cessazione attività € 16,00

Aprire un salone da parrucchiere a Roma: a chi rivolgersi?

Affidandoti a professionisti seri, sarai certo non partire col piede sbagliato o di trascurare qualche aspetto importante che inevitabilmente si ripercuoterebbe in modo negativo sulle tue finanze e sarai costretto ad iniziare la nuova impresa con l’affanno.

Purtroppo non è raro che qualche titolare che doveva avviare una nuova attività di acconciatore fai-da-te, abbia finito tutte le risorse economiche ancor prima di inaugurare l’attività.

Se tralasci qualche aspetto importante, se non rispetti tutte le normative vigenti, se paghi i lavori di ristrutturazione a prezzi fuori mercato…farai presto a mandare all’aria l’intero progetto.

Per evitare che questo accada, seguiamo i nostri Affiliati in tutti gli aspetti valutativi, pratici e burocratici. Disponiamo infatti di un team di professionisti che supportano il nostro Affiliato in tutte le fasi: dalla ricerca e selezione del negozio giusto, alla progettazione degli spazi secondo le normative locali, alla verifica dei preventivi dei lavori, seguendolo passo dopo passo fino all’apertura del tanto sognato salone di parrucchiere a Roma.

Se vuoi ricevere ulteriori informazioni per aprire il tuo laboratorio di acconciatore a Roma puoi richiedere una prima consulenza telefonica o in sede (gratuita), con uno dei nostri professionisti, in modo da analizzare insieme le prime fasi per avviare insieme la propria attività.

Fissa la TUA consulenza

Contattaci subito!

Contattaci
Chiama Subito